Ciao 2018 – Il meglio deve ancora venire

Ciao 2018 – Il meglio deve ancora venire

Help me understand the best is yet to come…”

Non ci posso credere che siamo già nel 2018. Sembra stupido, ma gli anni con i numeri dispari sono i miei anni, quelli che di solito portano cose belle e mi rendono sempre triste quando giungono al termine.

Tirando un po’ le somme, il 2017 è stato un anno abbastanza positivo. Ho amici fantastici con cui mi sono divertita tantissimo. Ho viaggiato tanto e sono riuscita persino a tornare in Giappone. Ho aperto questo blog. Ho visto un sacco di musicals e plays che aspettavo da una vita, tra cui Hamilton e Harry Potter and the cursed child.

Certo, per ognuna di queste cose potrei trovarne altrettante che non sono andate come volevo, ma non lo farò. Voglio concentrarmi sulle cose positive, e lo voglio fare proprio in vista di questo 2018 che sta cominciando.

Di solito appartengo alla categoria di persone che snobba le liste di buoni propositi per l’anno nuovo, perché finisco per non rispettarli. Magari penso a qualcosa che voglio fare, tipo impegnarmi di più in cucina, e mi concentro su quello.

Quest’anno però voglio provare a pensare un po’ più in grande. Voglio fare una lista di cose che non necessariamente sono buoni propositi, ma cose su cui voglio concentrarmi nel 2018. Per me stessa, per vivere meglio, per essere felice.

1. Viaggiare

Sempre al primo posto. Non voglio stancarmene mai. In questo 2018 voglio provare a viaggiare meglio. Esplorare il posto dove mi trovo con gli occhi di chi ci vive, prendere il tempo per parlare con le persone, portarmi a casa un pezzettino di loro, un insegnamento, qualcosa di nuovo che prima non sapevo.

2. Essere più positiva

Cercare di guardare il lato positivo delle cose, anche alle 7 del mattino quando vorrei cancellare l’umanità dalla faccia della terra mentre vado al lavoro. Cercare di rispondere alla frustrazione e alla scortesia con un sorriso.

3. Prendere il tempo di dire grazie

Non essere mai troppo di fretta per ringraziare chi, seppur nel suo piccolo, fa qualcosa per me. Che sia la commessa di Sainsbury o il tassista che mi porta all’aeroporto. Apprezzare le piccole cose. Concentrarmi sul positivo invece che sul negativo.

4. Mettere me stessa al primo posto

Non nel senso di essere egoista, ma nel senso di capire che anche io sono importante. Imparare a lasciar andare tutte quelle persone che non mi rispettano, e concentrarmi su quelle che invece mi vogliono bene davvero.

5. Scrivere un libro e magari pubblicarlo

Una cosa su cui lavoro da una vita. Ho sempre avuto troppa paura per mettermi in gioco davvero e ora voglio avere il coraggio di buttarmi.

6. Imparare lo spagnolo (come si deve)

Lo sto già studiando ma quest’anno non mi sono applicata. Voglio prendere il tempo per ripassare e arrivare a fine anno capace di leggere un libro in spagnolo.

7. Imparare qualcosa di nuovo

Fare un corso, magari di marketing, o editing in Photoshop, qualcosa per il blog… tenere allenata la mente e prendere il tempo per migliorarmi sempre più. Idealmente vorrei poter dire di avere imparato qualcosa di nuovo ogni mese.

8. Essere soddisfatta

Ricordarmi di questa lista, ma continuare a modificarla durante l’anno, perché non c’è niente di male nel rendersi conto che le cose cambiano col tempo. Arrivare alla fine del 2018, guardarmi indietro, ed essere soddisfatta di me stessa e di quello che ho fatto in 12 mesi. Anche se mi dovessi accorgere che non ho fatto niente di queste cose che ho scritto.

E voi? Avete dei buoni propositi per il 2018?

“To give it all away without a fear of what’s to break…”



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


%d bloggers like this: